La canzone siciliana a Palermo – Vucidda duci – audio 7/19

Data di realizzazione:

30/05/2016

Categoria progetto ARCA DEI SUONI:

Descrizione:

La canzone siciliana a Palermo: un?identità perduta (con allegati)   Mario Fulvio Vucidda duci ed. Venturini, Firenze [1892?] Versi di Giovanni Meli   Vola in aria na vucidda cusì grata, cusì linna chi lu cori già ni spinna duci, duci sinni và.   L?amurini supra l?ali l?equilibranu suspisa; ora cala ed ora iisa, ora immobili si sta.   D?ogni pettu, d?ogni cori com?avissi già la chiavi, duci, tenera e suavi l?apri e chiudi a gusto sò.   Trasi dintra sino all?alma La solleva, l?accarizza cu? na grazia, na ducizza chi spiegari nun si po?.  Scarica il volume Fabio Ciulla, pianoforte Patrizia Gentile, soprano 13, 17 Claudia Munda, soprano 1, 5, 6, 11, 12, 14, 18 Rosalia Lo Coco, mezzosoprano 2-4, 7-11, 15, 16, 19 con la partecipazione di Massimo Privitera e Maurizio Palamara 15   1-7, 9, 11: Registrazioni dal vivo a cura di Angelo Buccafusca Palermo, 5 dicembre 2015 da Li soni e canti armuniusi e grati, concerto in occasione del convegno di studi Giovanni Meli, 200 anni dopo – Poesia, Scienza, Luoghi, Tradizione)   8, 10, 12-14, 16-19: Registrazioni dal vivo a cura di Angelo Buccafusca Palermo, 12 e 20 dicembre 2015   15: Registrazione dal vivo a cura di Andrea Ardizzone Palermo, 12 dicembre 2010 da In simposio con Cupido, conferenza-concerto per la Fondazione Salvare Palermo    

Parole chiave ARCA DEI SUONI:

Palermocanzonemusica