La canzone siciliana a Palermo – Stidda Diana – audio 16/19

Data di realizzazione:

30/05/2016

Categoria progetto ARCA DEI SUONI:

Descrizione:

La canzone siciliana a Palermo: un?identità perduta (con allegati)   Benedetto Morasca Stidda Diana ed. G. Ricordi, Milano [1902?] Versi di Martino Palma   Stidda Diana, stidda matutina, chi sullicita spunti all?orienti, primurusu ti cercu ogni matina, sulu cunfortu di st?arma dulenti! Tu li munti rallegri e la marina, li misiri cunzoli e li putenti; addumi ?ntra li cori la faidda, e sì di lu me cori, amuri e stidda!   Stidda Diana, stidda mia d?amuri, di lu celu rigina e di lu mari, sì la spiranza di lu piscaturi, sì la sarvizza di li marinari. Quannu t?affacci grapinu li ciuri E l?acidduzzi mettinu a cantari; duni a tutti la vita e l?alligria e sì la stidda di la vita mia!  Scarica il volume   Fabio Ciulla, pianoforte Patrizia Gentile, soprano 13, 17 Claudia Munda, soprano 1, 5, 6, 11, 12, 14, 18 Rosalia Lo Coco, mezzosoprano 2-4, 7-11, 15, 16, 19 con la partecipazione di Massimo Privitera e Maurizio Palamara 15   1-7, 9, 11: Registrazioni dal vivo a cura di Angelo Buccafusca Palermo, 5 dicembre 2015 da Li soni e canti armuniusi e grati, concerto in occasione del convegno di studi Giovanni Meli, 200 anni dopo – Poesia, Scienza, Luoghi, Tradizione)   8, 10, 12-14, 16-19: Registrazioni dal vivo a cura di Angelo Buccafusca Palermo, 12 e 20 dicembre 2015   15: Registrazione dal vivo a cura di Andrea Ardizzone Palermo, 12 dicembre 2010 da In simposio con Cupido, conferenza-concerto per la Fondazione Salvare Palermo    

Parole chiave ARCA DEI SUONI:

Palermocanzonemusica